Attenzione alle truffe !

Trattamenti con fitosanitari in città

A Novara raccolta differenziata d’eccellenza, ma ancora troppi i rifiuti abbandonati

Di: Bazzani di giovedì 8 febbraio 2018 11:23
A Novara raccolta differenziata d’eccellenza, ma ancora troppi i rifiuti abbandonati

Si conferma a livelli di eccellenza la percentuale di raccolta differenziata a Novara che nel 2017 si è attestata al 72,36 per cento, dato determinato con le nuove linee guida per il calcolo stabilite dalla deliberazione della giunta regionale del novembre 2017 oltre che dal decreto del Ministero dell’ambiente del 26 maggio 2016.

Diminuite del 3% le tonnellate di indifferenziato portate in discarica, nel 2017 sono state 12.048.680 e nel 2016 erano state 12.425.340.

Novara ha da tempo raggiunto e abbondantemente superato gli obiettivi fissati dalla Regione Piemonte, con il Piano di gestione dei rifiuti approvato il 28 dicembre scorso. A Novara infatti nel 2017 la produzione procapite di rifiuti è stata di 417,07 chilogrammi per abitante, dei quali 115,29 chilogrammi per abitante di rifiuti indifferenziati, e ha una percentuale di raccolta differenziata del 72,36 per cento.

«Siamo orgogliosi e soddisfatti  di questi risultati – sottolineano il sindaco Alessandro Canelli e il presidente di Assa Giuseppe Antonio Policaro – determinati dalla fattiva collaborazione di tutti i Novaresi che fanno bene la raccolta differenziata e utilizzano al meglio i servizi. Quel che continua però ancora molto a preoccupare è il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti».

Il responsabile tecnico di Assa Vincenzo Altieri rimarca  che «il mantenimento del decoro urbano è una responsabilità collettiva e per ridurre il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti, in particolare di quelli ingombranti, è indispensabile la collaborazione di tutti. Per questo invitiamo i cittadini, invece di postare foto sui social, a segnalare sempre e subito le situazioni alla Polizia locale, specie quando colgono sul fatto, mettendo in atto un vero spirito collaborativo mirato ad aiutare ad estirpare il problema».

Per maggiori informazioni cliccate qui per leggere l’articolo de’ “il Corriere di Novara”.