I servizi di raccolta rifiuti a Novara nella festività del 15 Agosto 2019

Ecco la Guida alla corretta separazione dei rifiuti domestici

Mille studenti hanno partecipato alle attività didattiche di Assa

Di: Bazzani di venerdì 7 Giugno 2019 15:57

«Al suono dell’ultima campanella di questo anno scolastico, vogliamo ringraziare i mille, tra scolari e allievi novaresi, che hanno partecipato alle attività proposte da Assa – sottolinea Riccardo Lanzo, presidente della spa per i servizi di igiene ambientale e raccolta differenziata del Comune di Novara – Il nostro grazie va agli studenti che sono venuti in visita nella nostra sede, ai più piccoli che hanno visitato l’Isola Ecologica di Via Sforzesca e a tutti gli alunni che hanno parlato di raccolta differenziata nelle loro classi negli interessanti incontri didattici e laboratoriali tenuti direttamente da Assa nelle scuole, diventando anche “Volontari per l’Ambiente”».

Hanno partecipato alle attività di Assa le Scuole Primarie Bazzoni, Bollini, Bottacchi, De Amicis, Don Milani, Galvani, Giovanni XXIII, Levi, Rodari e la Scuola in Ospedale; le scuole secondarie Bellini, Duca D’Aosta e Morandi; l’Istituto “San Lorenzo” con Secondaria di primo grado e Liceo, le Scuole dell’infanzia Cittadella, Collodi, Galvani, Lazzarino.

Quello che si è concluso nei giorni scorsi è stato il percorso di tre anni in adesione al progetto “Comincio da me” del Circolo di Legambiente “Il Pioppo Ovest Ticino e Novarese” e ad uno nuovo progetto si sta lavorando.

Nell’ambito del tema sviluppato quest’anno “Risorse umane e qualità dell’impiego del tempo. Cooperazione, sinergie, volontariato”, Assa, nelle scuole che hanno aderito al progetto, ha formato e organizzato gruppi di alunni “volontari per l’ambiente” che hanno il compito di sensibilizzare le altre classi su raccolta differenziata e corretto conferimento dei materiali, diventando punti di riferimento in caso di dubbi sulla raccolta differenziata, e di diffondere le corrette abitudini anche a casa e nella società.

Nei laboratori, guidati da Federica di Assa, gli alunni hanno lavorato in gruppi ognuno per una tipologia di rifiuto arrivando a redigere una piccola guida sul “dove si buttano i rifiuti”, con per gli allievi delle secondarie di primo grado un focus particolare sui Raee, i rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche. In ogni scuola le guide realizzate sono state diffuse in tutte le classi.

«Fondamentale è stato il ruolo degli insegnanti che hanno partecipato propositivamente all’attività e si sono assunti il compito di portarla avanti con gli alunni – prosegue il presidente Lanzo – a loro va il merito per la ottima riuscita dell’iniziativa e li ringraziamo. Come ringraziamo tutti gli insegnanti che hanno approfondito con i loro allievi le tematiche ambientali e sulla raccolta differenziata, venendo anche in visita nelle nostre strutture».